PICCOLA LIBRERIA DOMESTICA

 

                         Risultati immagini per foto di libri             --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

      ....e per chi volesse formare una "domestica libreria"

 

ecco alcuni consigli del prete padovano

                        GAETANO VOLPI    

 

       DAL FURORE DI AVERE LIBRI  (1756 ) 

         varie avvertenze utili,e necessarie agli amatori de' buoni libri,disposte per via d'alfabeto

 

QUELLE A MIO AVVISO PIÙ SIMPATICHE

 

 

 CANI: convien bandirli affatto dalle librerie,atteso il loro istinto d'alzar la gamba nell'orinare;principalmente dove le scanzie sono quasi tutte a terra;essendo a' libri perniciosa la loro orina.

   CERA: leggedo alcuni di notte,per vederci meglio,adoprano candelette di cera(dette volgarmente cerino,candelino,o maiolo) da cui cadendo gocciole su le carte,vengono a pregiudicarsi il libri. queste con coltellino si levano,restando scoperte le lettere da esse offuscate,ma lasciano macchia indelebile.Nelle chiese,a chi non usa di buon grado,succede ciò frequentemente sovra i messali,e su le solite tabelle che stanno appoggiate a gli altari,a cagione delle candele che in esse si accendono.

CIPRESSO: le scansie di cipresso  sono eleganti, e forse preservano i libri dà tarli ma offendono il capo degli studiosi,se troppo davanti vi si trattengono,col troppo grave,e intollerabile loro odore.

ERBE: adoprate per segnacoli,o poste a capriccio ne' libri,sono ad esse nocive,comunicando loro il colore.

GATTI: Questi infestano le librerie col natural loro vezzo di aguzzarsi l'ugne principalmente sulle carte. godendo di quel fragore che in ciò da esse si forma;graffiandole spesso malamente:e con la loro pestilente orina. benchè da un altro canto,le tengono riguardate da' sorci,d'essi ancore più dannosi.il Petrarca perciò tenea carissima una sua gatta,il cui scheletro, celebrato con versi,ancor si vede in Arquà,villa del padovano,nella casa già da esso abitata.

INSETTI: Tenendo i libri aperti,restano esposti all'infestazione,e alle bingiurie di vari insetti,e principalmente delle sporche e insolenti mosche,che alle volte ricamano tutti i frontespici di essi co' loro escrementi; alcuni dè quali facilmente si levano:altri riescono indelebili.i naturalisti sapranno addurre di ciò la ragione.

Argomento: PICCOLA LIBRERIA DOMESTICA

Libreria domestica

Oblomov 13.01.2017
Deve essere molto divertente questa raccolta di facezie in ordine alfabetico sulla bibliomania...
Hai fatto bene a citare il libro.

R: Libreria domestica

MARISA ALIAS SOGNO DI FARFALLA 14.01.2017
si, era un libro di mio padre
ereditato per fortuna!

libreria domestica

mara 16.11.2016
veramente simpatico ...anzi divertente

R: libreria domestica

SOGNO DI FARFALLA 16.11.2016
grazieee mara

Nuovo commento

Contatti

SOGNO DI FARFALLA sognodifarfalla@libero.it